Translate my blog

giovedì 19 gennaio 2012

Non facciamo la guerra: Hotel d'amour


Jue érotique à parcourir à deux. La didascalia in copertina dice tutto: gioco erotico per due, il dettaglio "a percorso" lo notano in pochi. 
Questo particolarissimo boardgame porta i player (la coppia) a scoprirsi a vicenda nei desideri, nelle passioni e, senza bisogno di incrociare le dita, fisicamente.

Questo è un regalo portatomi dalla mia fidanzata (ebbene sì, sono un uomo fortunato) da Parigi, un cofanetto di ottima fattura che protegge un buon party game dal gusto molto particolare.

Sapore
Un piatto di novel cuisine, lo guardi aggrottando pure un po' la fronte, ma l'aspetto è molto interessante e la promessa è ricca.
Il primo boccone ha un sapore debole, leggermente piccante. Andando avanti nella pietanza si scopre che il condimento è maggiore verso la fine del piatto. A metà gioco il peperoncino è molto abbondante ma il palato si è abituato al sapore e ne chiede ancor di più.
Bisogna sapere quando fermarsi, c'è rischio alla fine di rimanere con la bocca cotta e percepire male i sapori.
Chiedo da subito scusa per la bassa qualità delle foto.
Non ho più tempo di redigere il blog di giorno.
Filosofia
Questo gioco ha una natura pubblicitaria. La pubblicità quella bella, che amo e rispetto. Nella seconda parte del manuale c'è infatti la lista di tutti gli hotel d'amour della capitale francese, finanziatori del progetto.
Quando sono contento di pagare la pubblicità...

Meccanica
Potrebbe sembrare un banale gioco dell’oca e in effetti lo è. Ma il sistema fortuito lo trovo adatto al caso, che va considerato un party game, poiché non importa la sconfitta dell’avversario (anche se ha comunque i suoi porchi vantaggi) bensì il godimento della persona di fronte.
Invece delle classiche 63 caselle ce ne sono 69 per ovvi motivi simbolici; ogni step implica un’azione da compiere per i due giocatori. Il percorso non è a spirale bensì a serpentone a salire i piani dell’hotel dell’amore. Come dice Clemenceau: “Il momento migliore nell’amore, è quando si sale la scala.”

 Non potrete che utilizzare i vostri denti.


Le caselle più basse servono a rompere il ghiaccio, quelle più alte sono le più ardite.

Ad esempio la casella n.6 cita:
Baciate il vostro partner sul collo per due minuti. Mordete, carezzate, leccate collo, nuca e lobi delle orecchie. Approfittatene per dire a lei/lui ciò che amereste fargli o quello che voi amereste che lei/lui vi facesse.
Andando avanti ci si libera di panni e tabù, nella casella 41:
Svestite lentamente il vostro partner e poi, per l’intimo, non potrete che utilizzare i vostri denti.

Altre scene complici di ogni genere rendono la partita intensa e divertente, dal servizio fotografico al partner che dovrà seguire le indicazioni del fotografo, al “sesso telefonico”, alle domande personali, viene tutto richiesto sottovoce dal manuale rigorosamente in francese. Per chi non conoscesse la lingua, come me, saranno presto on line le traduzioni (sempre grazie alla mia donna).
Chi arriva per primo all’ultima casella sarà il vincitore, conquistando quella che il gioco chiama la notte dei suoi sogni, dove il partner non potrà rifiutargli nulla.
I tempi delle prove, la loro disposizione in crescendo, la loro varietà e fantasia danno al gioco un ritmo piacevole, togliendo importanza alla sciocca meccanica di base.







Materiali
Notevoli. La grafica a tratti stenta, le illustrazioni sono deliziose, alla shag per intenderci, la cartotecnica è ben pensata. Il tutto rispecchia l’immaginario comune della donna francese.
Packaging: bravo e bello.
Solid box, apertura a libro e chiusura calamitata. Grafica e dettagli molto femminili. Una fettuccia rosa piegata su se stessa fa da linguetta per l'apertura. Un libro, un diario? Sicuramente custodisce qualcosa d'importante.


Pedine: geniali.
Il gioco è per 2 persone eppure troviamo ben 6 segnapunti, per dare la possibilità ai giocatori di scegliere la caratterizzazione che gli va più a genio. La cosa spettacolare è che lei può scegliere tra 4 illustrazioni diverse, lui ha solo 2 segnalini, con lo stesso identico omino, una volta con il vestito bianco, una volta nero.

Le quattro simpatiche signorine tra cui scegliere.

Una testa su una silouette. Cos'altro serve a un uomo?

La cosa mi ha lasciato basito. Effettivamente all'uomo basta e avanza la mera scelta proposta, quando la donna esige una caratterizzazione più profonda. I produttori conoscono i propri polli...

Tabellone: poteva esser migliore.
Grafica ed editoria non mi fanno impazzire, pochi dettagli e alcune soluzioni frettolose, la cartotecnica è imprecisa e non sta bene in piano. Si salva per le illustrazioni.


Semplici, ma con classe.

Aneddoto
Ti piacerebbe eh? L'imbarazzo nella scelta mi costringe a non rivelare nulla. Posso dire che a ogni casella torni al tavolo frastornato ed eccitato, la parte difficile è ricordarsi a chi tocca lanciare il dado.

Conclusioni
La durata del gioco un pelo troppo lunga. Il mio è un parere soggettivo, ma si rischia di oltrepassare la tensione senza aver concluso nulla. Si arriva così alla casella finale dove ovviamente si coglie al volo il frutto della serata, ma sarebbe meglio lasciarsi andare alla propria libido quando ci si sente all'apice della tensione, senza curarsi della conclusione del gioco. Tutto sommato è scritto nelle regole: se si finisce prima ci si segna le caselle e si continua una prossima volta.

Lasciarsi andare all'apice della tensione.

Un limite al gioco è l'ambiente: questo deve essere necessariamente molto caldo e si deve avere a disposizione un letto o un divano.
Per il resto è veramente una chicca che terrò nella mia collezione, non potrò usarlo con gli amici, non sarà segnalato su BoardGameGeek, ma è a tutti gli effetti un buon boardgame. Crea confronto, un certo tipo di competizione (a dare anziché prendere) e scoperta dell'avversario. Può portare persone un po' legate a sciogliersi facilmente con la motivazione del gioco, o può regalare lunghe notti felici a chi ha un amante focoso.
Non è di facile reperimento, cercando su internet ho trovato un paio di indirizzi (qui e qui) dove poterlo acquistare, ma non garantisco per loro in quanto non li ho mai usati.

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima recensione, dettagliata e invogliante. Però direi che dovresti essere tu, in nome della Conoscenza, a postare la scheda su BGG. Suvvia, bastano due minuti...
      (PS il precedente commento era mio, l'ho eliminato perché era "uscito" anonimo per ripostarlo come si deve)

      Elimina
    2. Grazie mille, hai pienamente ragione, BGG lo uso per le ricerche di norma, ma dovrei imparare a diventare un utente attivo. Prometto lo farò il prima possibile ;)

      Elimina
  2. Qualcuno sa se si trova in Italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito lo troverai in qualsiasi negozio italiano, ma puoi consultare i 2 link che ho inserito nell'ultimo paragrafo o cercare su eBay.
      Good luck!

      Elimina